Caldaro sulla strada del Vino

Il comune di Caldaro è un piccolo borgo urbano che ora conta ca. 7.500 abitanti. Caldaro è stato citato per la prima volta nel 1220 come “vinum de Caldaro”, vino di Caldaro e ha da allora mantenuto questa tradizione.

Il centro del paese è caratterizzato dallo stile architettonico particolare dell’Oltradige. Le finestre a doppio arco le arcate di pietra arenaria, gli sporti e le torrette, le verande cosi come cortili interni –  formano questo ambiente mediterraneo e grazioso.

Olivi, Kiwi, pini e cipressi sono solo alcune delle piante tropicali e meridionali che fanno il resto.

Kalterersee Wein

Il vino a Caldaro

A Caldaro noi contadini accudiamo da due millenni le vigne nel mite clima mediterraneo fino al raccolto. Poi, nelle cantine sociali il raccolto si trasforma in vini pregiati. 75.000 ettolitri vengono prodotti ogni anno a Caldaro. Un panorama pieno di vigneti!

Lago di Caldaro

Il lago di Caldaro è la nostra. Nuoto, andare a vela, pescare, andare in pedalò o con una barca, sono alcune possibilità che offre il lago. Inoltre ci si può sdraiare sui prati messi a disposizione dei stabilimenti balneari, oppure si può passeggiare attorno al lago a piedi o in bici.

Il lido, costruito in una architettura moderna, vi offre la possibilità di fare il bagno e di avere una vista panoramica sul Lago di Caldaro.

Da qualche anno c’è anche il percorso naturalistico “Lago di Caldaro”, che fa vedere un’ oasi naturalistica di grandissimo pregio. Il biotopo al sud del lago di Caldaro da rifugio ad animali protetti. Un sentiero di legno da la possibilià agli ospiti di conoscere la natura con pesci, anatre, libellule, rane, farfalle, …

Lido am Kalterer See
Mendelbahn
Biotop Kalterer See

Possibilità per le vostre gite

Da Caldaro si arriva al passo Mendola (1.363 m) in ca. 15 minuti di macchina, e dal passo partono tanti sentieri con differenti difficoltà.

Con la funicolare della Mendola in solo dodici minuti si può arrivare sul passo che ha un dislivello di 850 metri.
Già l’imperatore Francesco Giuseppe d’Austria ha usato questo mezzo per arrivare sulla Mendola.
Dal passo (1363 m) partono diversi sentieri tra i boschi e alle vette del Roen e del Penegal.

Se c’è un tempo meno bello una visita nel museo del vino a Caldaro o nel museo archeologico (mummia del Similaun Ötzi) di Bolzano può essere una buona soluzione.

Altre possibilità:

  • mercato del sabato a Bolzano
  • tour dei castelli a Appiano
  • parco naturale Monte Corno
  • l’orto botanico di castel Trauttmansdorff a Merano
  • Gite nel patrimonio dell’umanità Dolomiti
  • mercatino di natale (Caldaro, Bolzano, Merano, Brunico, Bressanone) 
  • sciare nelle Dolomiti (ca. 45 min)
  • Gite in bici sulle ciclabili in Alto Adige
Burgenwanderung Hocheppan